Sauna club in Germania: come funzionano i club FKK

0

Se passeggiando per Berlino sentite parlare di prostitute e bordelli con particolare leggerezza, e sentite magari decantare le lodi di bordelli come il FKK Artemis Berlino, uno dei Sauna Club più famosi in tutta la Germania, una domanda potrebbe sorgere spontanea: la prostituzione è legale in questo Paese?

La risposta è si. La prostituzione in Germania è legale ed è tassata, tanto che se Amsterdam può essere conosciuta come la capitale della prostituzione, è in realtà il Paese tedesco a considerare la “nazione” europea per eccellenza del sesso a pagamento, con più di 15 miliardi di euro all’anno e 400.000 prostitute che servono ogni giorno 1,2 milioni di uomini. Insomma, il maggior numero di prostitute pro capite di qualsiasi altro paese del Continente!

Sauna club in GermaniaLa prostituzione è stata quasi sempre ben tollerata in Germania. Nel corso della sua storia, il governo ha generalmente preferito registrare e controllare gli operatori del settore piuttosto che vietarne le attività. Ufficialmente, però, la prostituzione è stata decriminalizzata nel 1927, con diritti ulteriormente estesi dalla legge sulla prostituzione nel 2002. Tale legge ha cercato di migliorare il benessere sociale e i diritti legali delle prostitute, consentendo loro di poter far rispettare meglio i contratti di lavoro, pagare i contributi per la sicurezza sociale e per l’assicurazione sanitaria.

Ad ogni modo, guai a dimenticare che ogni land può funzionare in modo diverso. Per esempio, sebbene la prostituzione sia legale in tutta la Germania, le città possono imporre tasse e regolamenti diversi sull’attività. La Straßenstrich, o prostituzione di strada, viene di norma consentita solo in aree regolamentate con zone off-limits chiamate Sperrbezirk.

In merito, una delle città più generose è certamente Berlino. Qui si possono vedere locali come FKK fortemente frequentati, piuttosto che attività di prostituzione condotta su strade, come Kurfürstenstraße, o ancora piccoli bar e appartamenti conosciuti come Wohnungspuffs (o semplicemente Puffs), che può essere facilmente individuata mediante la pubblicità o… il passaparola. Sono comunque i club FKK come il celebre Artemis di Berlino a offrire un’atmosfera più rilassata con piscine e sauna, bar “meet and greet” e stanze private ai piani superiori.

Naturalmente, la prostituzione di qualità non è certamente una esclusiva di Berlino. Il fiorente settore bancario di Francoforte e la scena internazionale sono spesso legati al suo mercato del sesso, incentrato soprattutto sul fiorente quartiere a luci rosse di Bahnhofsviertel intorno alla Haupbahnhof. A Colonia, nella Geestemünder Straße è ammessa anche la prostituzione di strada, ma se volete fruire di tali servizi in un locale, il mega-bordello Pascha, con 12 piani e oltre 100 camere, farà per voi.

Complessivamente, oggi lo status giuridico della prostituzione rende questo settore molto ben più regolamentato e sicuro rispetto al passato. Per evitare qualsiasi incomprensione, però, siate consapevoli delle regole e dei regolamenti relativi a qualsiasi edificio in cui entrate ed evitate ovviamente di essere scortesi o, peggio, ubriachi e molesti: è il modo più semplice e sicuro per finire in guai anche seri.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *