Trasloco: quanto cosa l’aiuto da parte di una ditta?

0

Non è facile fare una stima di quanto può costare un trasloco, in quanto le variabili sono numerose. Il costo totale dipende infatti dal tragitto che si deve percorrere con gli oggetti da sposare, ma anche dai servizi che si intendono sfruttare.

Infatti richiedendo un preventivo qui, si può decidere di ottenere solo il mero trasporto degli oggetti, che andranno però spostati fino al piano stradale; oppure si può richiedere solo l’aiuto da parte di facchini professionisti, o un servizio completo, che va dall’imballaggio delle nostre cose fino al posizionamento di tutto ciò che abbiamo nella nuova casa.

Contenere il costo del trasloco

trasloco quanto costaCi sono diversi metodi che consentono di diminuire il costo totale del trasloco, e comprendono in genere la decisione di rinunciare ad alcuni servizi. Conviene però ricordare che le ditte di traslochi sono rapide e affidabili e i professionisti che entreranno in casa nostra sono perfettamente in grado di svolgere al meglio il loro lavoro.

Le operazioni che facciamo da soli invece possono essere molto faticose e, magari, svolte in modi non del tutto idonei, cosa che le rende poco sicure e che ci costringe spesso ad impiegare diverse ore di lavoro durante il nostro tempo libero. Conviene quindi fare una oculata valutazione di quali compiti lasciare alla ditta di traslochi e quali svolgere da soli, considerando che è sempre meglio far fare agli esperti la maggior parte dei compiti più gravosi.

Cosa si può fare da soli

La maggior parte dei padroni di casa in procinto di traslocare tendono a svolgere alcune operazioni da soli, in modo da ridurre le spese finali. Una delle operazioni più classiche consiste nell’inscatolare i propri effetti personali.

Del resto chiunque è in grado di preparare degli scatoloni con gli oggetti che possiede e, per molte persone, è preferibile fare in modo che queste cose siano maneggiate solo da amici e familiari, non da estranei. Inoltre, in molti casi questo tipo di lavoro si può svolgere anche con calma, cominciando varie settimane prima del trasloco vero e proprio, in modo da limitare le cose da fare all’ultimo minuto.

Molti degli oggetti che possediamo infatti non vengono usati quotidianamente, si pensi ad esempio agli abiti invernali, che per vari mesi rimangono fermi nell’armadio, o all’attrezzatura per il campeggio, che i più utilizzano solo durante i mesi estivi. Tutte queste cose possono rimanere impacchettate per varie settimane, senza che questo ci causi alcun disagio.

Leave a Reply

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Your email address will not be published. Required fields are marked *